Congresso Nazionale Forense
Congresso Nazionale Forense

COMUNICATO STAMPA

 

DOMANI SI APRE A CATANIA IL XXXIV CONGRESSO NAZIONALE FORENSE: 2000 TOGATI NELLA MASSIMA ASSISE DELL’AVVOCATURA

DOMANI MATTINA INTERVERRÀ IL MINISTRO DI GIUSTIZIA

ALFONSO BONAFEDE

Alla Conferenza stampa, presso il Comune di Catania, il saluto del Sindaco Salvo Pogliese, del vice Sindaco Roberto Bonaccorsi, dell’Assessore alla Cultura Barbara Mirabella

3 ottobre – Domani al via il XXXIV Congresso Nazionale Forense dal titolo “Il ruolo dell’avvocato per la democrazia e nella costituzione, in programma a Catania dal 4 al 6 ottobre all’interno della basilica di San Nicolò L’Arena, in piazza Dante.

I temi al centro dei lavori congressuali sono stati presentati, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa nel Salone Bellini del Comune di Catania. Sono intervenuti: il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, il vice Sindaco, Roberto Bonaccorsi, l’Assessore alla Cultura Barbara Mirabella, il Tesoriere del Cnf, Gaetano Giuseppe Iacona, il Consigliere nazionale delegato al XXXIV Congresso Nazionale Forense, Enrico Merli, il Coordinatore dell’Organismo Congressuale Forense, Antonio Rosa, il Presidente dell’Ordine di Catania, Maurizio Magnano di San Lio, il Presidente della Cassa Forense, Nunzio Luciano. Erano presenti, quindi, il Segretario dell’Organismo Congressuale Forense, Giovanni Malinconico, e il Consigliere nazionale Cnf rappresentante del Distretto di Corte di appello di Catania, Diego Geraci.

Il tema centrale di questo congresso – ha sottolineato Gaetano Giuseppe Iacona, Consigliere nazionale delegato al XXXIV Congresso Nazionale Forense – è il riconoscimento del ruolo dell’avvocato in Costituzione. Il nostro Presidente Andrea Mascherin ha percorso in lungo e in largo l’Italia per illustrare questo progetto dell’Avvocatura. In ogni processo, come deve esserci un giudice imparziale, ci deve essere un avvocato la cui piena libertà e indipendenza devono essere sancite dalla Costituzione. Un tema che riguarda tutti i cittadini e che consentirebbe di rafforzare la libertà di ognuno”.

Catania – ha spiegato Maurizio Magnano di San Lio, Presidente dell’Ordine etneo – torna a ospitare il Congresso Nazionale Forense dopo 43 anni. L’ultimo che fu celebrato in città risale al 1975 e allora vi parteciparono circa 800 avvocati. A questa Assise ci saranno 2000 congressisti di cui 600 delegati che avanzeranno, già domani mattina, al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, le proposte dell’Avvocatura sulla Giustizia. Un sentito ringraziamento per questo evento va a tutte le autorità cittadine, all’amministrazione comunale, e al Sindaco Salvo Pogliese.

Una delle cose che prospetteremo al ministro Bonafede – ha continuato il Coordinatore dell’Organismo Congressuale Forense, Antonio Rosa – è di non procedere nella compressione dei diritti dei cittadini nel processo civile e non proseguire ulteriormente nel taglio e nell’accentramento dei Tribunali. Fondamentale andare verso una specializzazione del Giudice di Pace e il potenziamento effettivo dei sistemi alternativi di risoluzione delle controversie”.

È fondamentale – ha ricordato, infine, il presidente della Cassa Forense, Nunzio Luciano – che per aprire una stagione di riforme, come auspicano il Cnf e l’Ocf, ci sia una capacità di interlocuzione unitaria con il Governo e il Parlamento. Molti i temi in agenda, tra questo quello della fiscalità, quindi la tutela dell’autonomia e l’indipendenza della Casse previdenziali private dei professionisti. La Cassa Forense è in prima linea, non solo nella tutela degli avvocati, dal punto di vista previdenziale, ma anche nella promozione di un welfare attivo. Tra le nostre sfide propositive, e costruttive, alle Istituzioni pubbliche c’è l’impegno della Cassa per una modernizzazione dell’edilizia giudiziaria. Vedremo se il Governo accoglierà queste iniziative, celermente”.

Oggi il primo evento collaterale degli undici previsti, che accompagneranno i lavori del Congresso, dal titolo: “L’Architettura della Giustizia”, un progetto della Fondazione dell’Avvocatura Italiana in collaborazione con le istituzioni istituzioni degli architetti (CNAPPC) (alle 18.00 presso l’Auditorium del Palazzo di Giustizia).

Sarà prevista, nei tre giorni di lavori, la diretta streaming sulla pagina de Il Sole 24 Ore e quella ufficiale del Congresso Nazionale Forense, diretta anche su Radio Radicale, Ius Law Web Radio e BoookMark TV.

Seguici sui social sulle pagine ufficiali del Congresso e del Cnf 

Hasthag ufficiale: #congressoforense2018

Ufficio stampa Congresso Forense

Marco Miccichè 333-4108435

Gianluca Reale 335-1090375

Martina Saporiti 338-7426854

Ufficio stampa Cnf

Aldo Torchiaro 331-6643575