Congresso Nazionale Forense
Congresso Nazionale Forense
Città di Catania

Luoghi del Congresso

Placidamente adagiata sotto il vulcano attivo più alto d’Europa, lambita dalle calde acque dello ionio ecco apparire la bella Signora, Catania.

Città multiformemente sfaccettata, romanticamente languida ed allo stesso tempo vivace, intercetta ogni raggio di sole che rifulge il bianco del suo maestoso barocco assorbendolo nella porosa e nera pietra lavica, con cui ha costruito le sue strade, rendendo un caleidoscopio di colori e suggestioni uniche al mondo.

Nulla di questa Città apparirà, ne siamo certi, scontato. Il visitatore dovrà essere pronto a vivere forti emozioni e passeggiando nella maestosa via Etnea, affaccio privilegiato degli edifici nobiliari tra i più affascinanti della Sicilia, dovrà essere pronto a perdersi nelle tortuose scure e piccole stradine popolari che da lì dipartono e che conducono alla famosa “pescheria” luogo di antico “mercato” che all’improvviso e magicamente si aprirà innanzi a lui con il suo forte risuonare di richiami di venditori di prelibatezze culinarie ed antiche spezie .

Distrutta per ben quattro volte, coperta dalle eruzioni vulcaniche nel 121 a.c. e nel 1669 e rasa al suolo dai terribili terremoti del 1169, 1693 e 1818, la forte Signora, sotto la protezione della sua Patrona, Sant’Agata, risorge pervicacemente nel medesimo luogo, senza paura, anzi, sempre più bella, preziosa, moderna. Terra ambita, viene conquistata ed abitata da varie popolazioni, che l’hanno arricchita di cultura, lasciando in dono gioielli inestimabili che, conservati gelosamente da millenni, rendono la visita della città un vero e proprio viaggio nella storia.

Così dal vasto abitato preistorico, intercettato in più punti ed in particolare nell’area dell’ex Monastero Benedettino di San Nicolò l’Arena ed in quella di via Teatro Greco si ritrovano, incastonati tra via Teatro Greco e via Vittorio Emanuele, il Teatro Romano e il prezioso Odéon risalenti al II sec. d.C., ancora procedendo si può ammirare l’imponente Castello Ursino, così idealmente approdando al periodo Normanno-Svevo sino poi a giungere dinnanzi gli edifici barocchi che per il loro indiscusso splendore vengono dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 2002.

Oggi, con gli oltre 1.000.000 di abitanti dell’area Metropolitana, Catania è il più popolato comune d’Italia che non sia capoluogo di regione, principale polo industriale, logistico e commerciale della Sicilia. Ma, a dispetto di tanta espansione, Catania non mancherà mai di far sentire ogni suo ammirato visitatore, il più gradito degli ospiti, accolto alla Siciliana maniera nel suo pregiato salotto di Piazza Duomo, questi si sentirà parte integrante della Città e seduto in uno dei famosi caffè con lo sguardo rapito verso la fumante montagna sarà alfine vinto da un sentimento ineluttabile di prossima nostalgia.

Questo il contesto che verrà offerto ad Avvocati e accompagnatori il 4, 5 e 6 ottobre prossimo con la speranza di lasciare un ricordo almeno all’altezza del precedente Congresso tenutosi a Catania nel 1975. L’auspicio è che i delicati temi che verranno affrontati e discussi possano trovare proposte e soluzioni positive per il futuro della nostra professione.

Maurizio Magnano di San Lio
Presidente Ordine Avvocati Catania

LA CITTÁ DI CATANIA

La Fontana dell’Elefante si trova in piazza del Duomo ed è un’opera monumentale settecentesca. L’elemento principale è un elefante in pietra lavica, il “Liotru”, che sorregge un obelisco egizio e si appoggia su una maestosa fontana in marmo. Negli anni è diventato il simbolo di tutti i catanesi e dà oggi il nome anche al palazzo del municipio “Palazzo degli elefanti”.

Il Teatro Massimo Vincenzo Bellini è tra i più importanti centri artistici e culturali della città e sorge a pochi passi dal Monastero di San Nicolò l’Arena. La sua costruzione inizia nel 1870 su progetto dell’architetto Carlo Sada, ma viene inaugurato solo vent’anni dopo. Ha avuto tra i suoi ospiti professionisti come Maria Callas, Pavarotti e Riccardo Muti ed ha visto rappresentati tutti i capolavori del teatro musicale. Ancora oggi è considerato il teatro con l’acustica migliore al mondo.